Intervista Eliana Michelazzo

0
49

Eliana Michelazzo si rivela tra l’uscita del suo primo singolo, nuovi progetti e frammenti del suo passato

Eliana Michelazzo, ex corteggiatrice Uomini&Donne ed oggi direttrice dell’agenzia Aicos Management che si occupa di gestire l’immagine di vip del mondo dello spettacolo, ha risposto alle domande di InfoEstetica. Lontana dai riflettori che l’hanno imputata come artefice del finto matrimonio di Pamela Prati, ha deciso di tornare alla ribalta puntando sul mondo della musica e mostrandosi più vera che mai. Per un’esperta di immagine come lei non potevano mancare le nostre domande sulla sua carriera in TV, Management e… musica.

Da esperta d’immagine, quanto conta per te l’estetica?

«Sono la titolare dell’Aicos Management dal 2010 ed ho sempre cercato di dare un’immagine della mia persona e dei miei artisti ben curata e definita. Mi affido, per questo, alla professionalità di medici e centri estetici, a volte testando io stessa i trattamenti prima dei miei clienti».

Qual è il suo rapporto con la chirurgia estetica?

«Mi sono sottoposta ad un intervento di mastoplastica additiva intorno ai 20 anni, e, qualche tempo dopo, ad uno di liposuzione che mi ha recato un po’ di danni. Ad oggi mi ritrovo a dover effettuare dei massaggi per porre rimedio ad alcune anomalie che mi ha procurato, come ad esempio la cattiva circolazione delle gambe e i piccoli avvallamenti. Mi reputo, ad ogni modo, favorevole agli interventi di medicina estetica e chirurgia plastica, purché vengano effettuati con estrema cognizione».

È stata la regina indiscussa del gossip dell’estate 2019. In che modo la sua vita è cambiata oggi? Il caso del matrimonio Pamela Prati – Mark Caltagirone è stato davvero dimenticato?

«Sono stata ospite spesso a Live-Non è la D’Urso, affrontando la situazione e mettendoci la faccia. Non è stato un periodo semplice per me, ho detto tante cose che non corrispondevano alla verità ma non facevo altro che ripetere ciò che Pamela mi diceva. Il caso Prati non è ancora chiuso, ma gli inquirenti ed i miei avvocati se ne stanno occupando. La mia agenzia ha subìto gravissimi danni d’immagine, per non parlare di quelli morali con cui tuttora faccio i conti. Fortunatamente tantissime persone sono riuscite a cogliere la mia vera essenza e a capire la mia posizione senza mai darmi contro (nel mondo gay, ad esempio, sono molto amata).

Alla gente che critica il fatto di aver “cavalcato l’onda” della visibilità accettando le serate e le sponsorizzazioni che mi sono state proposte in questi mesi vorrei porre una domanda: voi, al mio posto, se la vostra prima fonte di guadagno avesse subìto un forte danno, avreste rifiutato queste opportunità?»

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

«Sto cercando di attivare di nuovo la mia agenzia, non si vive solo di popolarità. Se non dovessi riuscirci mi farei subito venire in mente qualcosa, non è da me stare con le mani in mano».

C’è qualche avvenimento particolare nel tuo storico che ha sancito la fine della ragazza della porta accanto e ha dato vita alla manager in carriera vip?

«Rimarrò sempre la ragazza della porta accanto, non vengo dal mondo dei ricchi e questo non lo dimenticherò mai, infatti cerco di rispondere sempre a chi mi scrive.  Manager di successo sì, ma sono soprattutto manager di me stessa. Devo molto alla mia persona e ho scelto di ripartire proprio da questo concetto fondamentale. Ecco perché ho lanciato il mio primo singolo intitolato appunto Riparto da me. Ripartire da se stessi è l’arma vincente!».

Leave a reply